Cosa visitare a Valencia: i luoghi della famiglia Borgia

Le origini dei Borgia

La famiglia dei Borgia (Borja in spagnolo) ha origini in Spagna nella città di Saragozza in Aragona, sebbene sia più spesso associata alla città di Valencia e ad altre due città della Comunità Valenciana: Xativa, dove nacque il futuro papa Alessandro VI, e Gandia, dove la famiglia si stabilì nel XIV secolo e dove ancora oggi sono presenti numerosi monumenti e luoghi di interesse legati alla casata.

I Borgia sono popolari però anche in Italia, dove si trasferirono nel XV secolo, soprattutto tramite le figure controverse del papa Callisto III e di suo nipote Rodrigo, anch'esso divenuto papa col nome di Alessandro VI.
Numerose sono le vicende che riguardano la famiglia dei Borgia tra violenza, nepotismo e incesti che hanno portato anche alla nascita di una serie TV a loro dedicata per narrare i suoi personaggi e la loro leggenda nera.

Valencia: i luoghi dei Borgia

valencia castello xativa

Cosa visitare a Valencia se ami la storia di questa potente famiglia del Rinascimento?
Innanzitutto, le due città della provincia che diedero i natali ai due famosi pontefici:

  • Gandia: città spagnola sulla costa atlantica popolare per essere la città d’origine di San Francesco di Borgia, generale della Compagnia di Gesù, nato nel Palazzo Ducale, emblema della città. Da visitare a Gandia sono anche la Chiesa di Santa Maria, l’ospedale di San Marc, edificio medievale in stile gotico sede del Museo Archeologico, e l’antica università, fondata proprio da San Francesco di Borgia.

  • Xativa: città natale di papa Alessandro VI. È possibile visitare la città a bordo di un trenino turistico e ammirare il suo castello, dove venivano rinchiusi alcuni personaggi importanti, tra cui anche componenti della famiglia Borgia, il Monastero di Santa Chiara, la Basilica di Santa Maria, dove sono presenti due sculture in bronzo dei due pontefici dei Borgia. Questi sono alcuni degli 11 punti di interesse che costituiscono la Ruta dei Borja, l’itinerario lungo i luoghi legati a questa potente famiglia.

Nella città di Valencia invece puoi visitare l’ Università, una delle più antiche della Spagna fondata nel 1499 e ufficializzata dal papa su richiesta dell’Arcivescovo di Valencia Pedro Luis Borgia. Altro punto di interesse è il Palazzo dei Borgia, antica residenza della famiglia, in stile gotico rimaneggiato ad inizio ‘900 dal nuovo proprietario, il Marchese Benicarlò, da cui prende il nome il Palazzo, oggi sede della Comunità Autonoma Valenciana.

Cosa visitare a Valencia: 7 luoghi da non perdere

valencia mercato centrale

Valencia è una città dove il patrimonio storico convive con costruzioni futuristiche, accogliente per una visita in qualsiasi momento dell’anno grazie al suo clima mite e soleggiato.

Ecco 7 luoghi da visitare a Valencia:

  • La Cattedrale: costruita su un antico tempio romano, la cattedrale mostra oggi diversi elementi di vari stili architettonici tra cui prevale il gotico. Si dice che al suo interno sia custodito il Sacro Graal, il calice utilizzato da Gesù durante l’ultima cena, oggi conservato nella Cappella del Santo Calice. All’interno del Museo, invece, troverai altri tesori artistici, tra cui i dipinti di Goya e Maella. Imperdibile la salita sul campanile Miguelete che, con i suoi 207 scalini, conduce ad una vista mozzafiato sulla città. 
  • Città delle Arti e delle Scienze: complesso architettonico futurista situato sul fiume Turia, opera dell'architetto valenciano Santiago Calatrava. Il complesso è composto da vari edifici che sono diventati simbolo della città di Valencia, distribuiti in 6 aree: il Museo delle Scienze, dove oltre alle mostre si possono trovare numerose attività e laboratori; il Palazzo delle Arti Reina Sofia, sala concerti che ammalia anche i non appassionati di musica per la sua architettura all’avanguardia; l’Oceanogràfic, uno dei più grandi acquari d’Europa; l’Hemisfèric, il cinema più grande della Spagna con una capienza di migliaia di persone, caratterizzato dall’architettura a forma di occhio; l’ Umbracle, area pedonale con portico monumentale adornato da piante mediterranee e tropicali; l’Agorà, sede di eventi e conferenze. 
  • La Lonja de Mercaderes: sito patrimonio UNESCO, la “Borsa dei Mercanti” è uno degli edifici più caratteristici della città. In stile gotico, l’edificio fu costruito nel XV-XVI secolo per commerciare la seta e per mostrare la ricchezza e potenza commerciale della città. 
  • Chiesa di San Nicola di Bari e San Pietro Martire: definita anche la “Cappella Sistina di Valencia” per i suoi affreschi di pregio rappresentanti la vita dei due Santi. 
  • Museo Nazionale di Ceramica e Arti decorative: ospitato all’interno del Palazzo del Marchese di Dos Aguas con la sua splendida facciata in alabastro, custodisce ceramiche di pregio storiche ma anche contemporanee. 
  • Il Mercato Centrale: con i suoi 8.000 metri quadrati e 1200 bancarelle, è il mercato di prodotti freschi più grande d’Europa!

Festeggia il Capodanno a Valencia col nostro tour “Valencia: sulle tracce dei Borgia”

Tour suggeriti

SOLD OUT (29)

Il Grand Tour: tra Napoli e Pompei











05-08.12.2022 CAMPANIA

Ripercorri le meraviglie di alcune delle tappe più rilevanti del Grand Tour, in un’immersione tra storia, archeologia, letteratura e cultura.

SOLD OUT (21)

Eroi, imperatori e navigatori











28.12.2022 - 02.01.2023 LAZIO

Lasciati incantare da un viaggio tra mito, storia, archeologia, letteratura e natura sulle tracce dell’eroe virgiliano Enea.

SOLD OUT (20)

Valencia: sulle tracce dei Borgia











29.12.2022 - 02.01.2023 SPAGNA

Ripercorri le tracce della famiglia dei Borgia, conosciuta per la sua leggenda nera e per il suo fervore religioso con il motto di “due papi ed un santo”.

CONTATTI

V. Paolo da Cannobio, 2 - 20122 MI
Metro: M1-M3 (Duomo)
Tel. +39 02-878064
Mail. info@stippelli.it
PEC. stippelliviaggi@legalmail.it
lunedì a venerdì: 9–13/14–18.00

Logo-AITR-W-3
Carcano W-3
AIDIT-Logo
Scroll to Top